Siamo lieti di comunicare che Domenica 20 dicembre alle ore 11.15, presso la nostra Struttura di Pancalieri in Via Pinerolo 61, avrà luogo l’inaugurazione della prima installazione dello “Lo spazio degli abbracci”, donataci dal SOROPTIMIST INTERNATIONAL d’ITALIA – CLUB di TORINO che consentirà agli ospiti ed ai loro parenti, anche in tempo di Covid, di tornare a vedersi di persona ed abbracciarsi.

Il Soroptimist è un’associazione mondiale di donne di elevata qualificazione professionale, provenienti da diverse aree, che si pone l’obiettivo di agire a favore di una società più giusta e più equa, attraverso progetti locali, nazionali ed internazionali che si traducono in azioni concrete volte al fine di promuovere i diritti umani, il potenziale femminile e l’avanzamento della condizione delle donne.

Il Soroptimist International Club di Torino, che si accinge a celebrare il suo 70mo anniversario di fondazione, con questo progetto prosegue l’attività svolta in favore delle persone in condizioni di fragilità iniziata con la realizzazione delle “aule d’ascolto protette” per l’audizione dei minori presso il Tribunale dei Minori e delle donne vittime di violenza presso le Stazioni e i Comandi dei CC, nel quadro di altrettanti progetti nazionali che hanno caratterizzato nell’ultimo decennio l’azione dell’Unione Italiana del Soroptimist International. L’ attuale iniziativa del Soroptimist International Club di Torino si inserisce altresì nel progetto di difesa dei diritti degli anziani, sul quale si focalizza da alcuni mesi l’attenzione dell’Unione Italiana Soroptimist che, a questo scopo, ha istituito un gruppo di lavoro di socie giuriste provenienti da tutto il territorio nazionale, coordinate dalla presidente del Club di Torino, Avv. Alessandra Fissore, che presenzierà all’inaugurazione del “Lo spazio degli abbracci”.

La nostra struttura, ad oggi COVID FREE, è la prima sul territorio torinese ad accogliere questo innovativo dispositivo in grado di garantire nel contempo sicurezza e maneggevolezza. E’ costituito da una tenda scorrevole trasparente in PVC, sanificabile e costruita su misura per il vano ricevente, fornita di quattro accessi per le “maniche” posti ad altezze diverse e di un accesso per la parte inferiore della carrozzina che consente all’ospite di avvicinarsi al massimo al parente e di abbracciarlo sia in posizione seduta che in piedi. La tenda è stata montata nell’attuale palestrina della Struttura e, dopo l’uso, può essere raccolta con un minimo ingombro su un lato per ripristinare l’utilizzo del locale. L’installazione è stata integrata da un sistema interfonico per facilitare il colloquio con i parenti. Il dettagliato protocollo approvato dalla struttura prevede percorsi di arrivo e di uscita totalmente separati e la disinfezione accurata della tenda fra visita e visita. Tutte le visite devono essere prenotate attraverso il sito dell’Ente, in modo da evitare anche i possibili contatti fra i parenti di nuclei familiari diversi

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione del Pensionato Regina Elena Francesco GRAGLIA commenta:

Abbiamo sempre avuto ben presente il profondo disagio sociale e psicologico dei nostri ospiti e dei loro famigliari conseguente alla chiusura delle viste, afferma, l’emergenza sanitaria ha segnato la vita di intere famiglie. L’importanza di rivedere gli affetti della propria vita ha inciso ed incide pesantemente sul benessere psico-fisico degli ospiti nelle Strutture come la nostra RSA. Abbiamo fatto e facciamo il possibile per venire incontro alle esigenze di ognuno, tenendo conto sempre e in primo luogo che la sicurezza viene prima di tutto.

Stante l’attuale normativa in vigore, afferma il Direttore di Struttura Daniele CANAVESIO, gli incontri tra familiari e ospiti devono avvenire con la raccomandazione di disinfezioni delle mani in entrata e in uscita; la misurazione della febbre, uso obbligatorio della mascherina, utilizzo dei DPI necessari ed i triage telefonici preventivi, distanziamento e divieto assoluto di contatto fisico; stretta vigilanza da parte di un operatore debitamente formato, garantendo in ogni caso la privacy della conversazione dell’incontro, seguendo le prescrizioni del Direttore Sanitario Dott.sa Simona GALLI.

Abbiamo reagito quindi con grande entusiasmo e gioia quando il CLUB di TORINO del SOROPTIMIST, al fine di alleviare il momento di assoluta difficoltà degli Ospiti delle Case di Riposo, ha deciso di avviare questo progetto filantropico sul territorio denominato “ Lo spazio degli abbracci”. Ai nostri “nonni” è ricomparso il sorriso, si sono rasserenati e rifrancati in modo importante quando hanno appreso che avrebbero potuto reincontrare di persona i loro familiari e già prima del Natale. Ancora un caloroso grazie di cuore, in particolare dai nostri nonni e dai loro parenti, per la sensibilità e lungimiranza dimostrata dalla Presidente Alessandra FISSORE e da tutte le socie del CLUB di TORINO del SOROPTIMIST INTERNATIONAL.

Un grande e inaspettato regalo di Natale!

https://www.soroptimist.it

https://www.soroptimist.it/club/torino/

https://www.facebook.com/SoroptimistInternationalItalia

Skip to content